I fast food sono più puliti dei ristoranti di lusso e della vostra cucina

Pensate che il fast food sia più sporco di un ristorante finedining? Tutto sbagliato.

|
dic 6 2017, 8:45am

Immagine via Pixabay

I germi sono invisibili all’occhio umano, quindi il compito di capire se un alimento ingerito sia sicuro o meno spetta agli altri nostri sensi. Sorprendentemente, le deduzioni sono spesso sbagliate.

Nessuno vi biasima se pensate che il locale fast food (quello classico in cui vi fiondate quando siete in botta d’alcolici alle 2 del mattino), non sia così lindo quanto la tovaglia bianca del ristorantino elegante in cui avete iniziato la serata. Stando però a un’indagine tenuta da Restaurantware, noto fornitore per ristoranti, i fast food sono in realtà molto più igienici di molti locali di lusso. E come se non bastasse, ha anche scoperto che le vostre (e nostre) cucine possono essere ancora più sporche.

Il campione studiato da Restaurantware, bisogna ammetterlo, è piccolo e senza troppe protese, e tratta principalmente “fast food in cui si serve roba fritta, specialmente pollo, tacos restaurant e hamburgherie note,” per la categoria ‘fast food’, e “ristoranti sushi, steakhouse e un locale gastronomia italiano” per quella dei “ristoranti in.” A completare il tutto, Restaurantware ci ha buttato dentro anche la categoria “case,” prendendone tre ad esempio, giusto per ricordarci quanto siamo disgustosi persino fra le mura di casa nostra. Non proprio un campione di cui tener conto insomma.


Detto questo: sono state così trovate 300 colonie di batteri diversi nei fast food, 3700000 nella gastronomia italiana e, udite udite, 9040000 fra le cucine delle tre case. Per fare un ulteriore paragone, il locale fast food con il maggior numero di colonie batteriche (59380), si è rivelata l’hamburgheria, dove i germi vivono principalmente nei bagni. Nei ristoranti di lusso, invece, abitavano fra i condimenti, i bagni e le varie fonti d’acqua.

“Diamo facilmente per scontato che, a livello d’igiene, i fast food siano i peggiori. In realtà hanno un regime di pulizie molto rigoroso, anche per via delle politiche aziendali e delle ispezioni igieniche regolari che mettono tutti sotto uno stato d’allerta costante,” rivela un rappresentate di Restaurantware. “I ristoranti più costosi devono sì sottostare a simili regolamentazioni, ma devono anche fare i conti con il lavaggio dei piatti e delle posate. I fast food non hanno questo problema, perché utilizzano utensili usa e getta.”

La statistica che più ci ha colpiti, tuttavia, è quella delle case, perché gli ispettori sanitari lì, beh, siamo noi. E dato quanto spesso un individuo mangi a casa, i numeri diventano ancora più preoccupanti. “I soldi che spendiamo per comprare il cibo da cucinare a casa ‘finanziano’ i germi più di quando non lo facciano i fast food. Per 207143 colonie di batteri a dollaro speso per casa, i fast food ne presentano ‘solo’ 948.”

Facciamo tanto gli schizzinosi quando si tratta di mangiare un piatto preparato da altri e poi, alla fine, dovremmo temere di più quello che cuciniamo noi.