Quantcast
WTF

La minestra di cheeseburger è terrificante

Cosa vi salta in mente?

Simon Espholm

Minestra di cheeseburger. Immagine via Flickr, userbill

Quest'articolo è originariamente apparso su MUNCHIES Danimarca

Se c'è una cosa di cui è difficile stancarsi, è una bella fetta di hamburger schiacciata tra fette di formaggio sciolto e pane morbido. I cheeseburger sono, infatti, la classica "americanata" che non passa mai di moda, soprattutto ora che può essere tradotta nella sua versione meno da fast food grazie all'aggiunta di avocado, funghi Portobello o di qualsiasi altra prelibatezza di cui abbiate voglia. Tutto è concesso quando si parla di cheeseburger. Ok, tranne l'insalata di cavoli.

O almeno, così pensavamo. A quanto pare, invece, c'è un'altro fenomeno salutistico tutto americano che, pian piano, si è fatto strada anche nelle cucine danesi: la minestra di cheeseburger.

Lo abbiamo dedotto dagli iscritti al gruppo Facebook di cucina più famoso in Danimarca, "Cosa mangiamo oggi?", dove migliaia di danesi entusiasti della vita condividono foto dei propri piatti consumati per cena.

"E quindi, cosa c'è di speciale?" direte voi. Ma credeteci, qui non si tratta di trend o di semplice "cultura del cibo". Diventare membro di questo gruppo significa prendere realmente parte alla vita quotidiana di ogni danese, senza filtri e con tanto oversharing.

A questo punto probabilmente la vostra mentre avrà già proiettato visualmente cosa sia una minestra di cheeseburger. Qualsiasi cosa abbiate immaginato, però, sappiate che non si tratta di qualche polpettine frullate sino allo sfinimento in un mixer, e nemmeno di un piatto d'alta cucina elegantemente decostruito. La minestra di cheeseburger è un classico della tradizione culinaria americana, come dimostrato dal fatto che la celebre Campbells ne venda una versione preconfezionata.

La versione danese di questa particolare minestra però presenta una variazione diventata ormai acclamata anche in molti blog di cucina a tematica LCHF. Per chi non fosse avvezzo a terminologie legate ai regimi alimentari, questo acronimo sta per Low Carb/High Fat e indica le diete a basso tenore di carboidrati ma con un'alta proporzione di grassi. È un regime alimentare che porta chi lo segue a eliminare i prodotti di grano a favore di un maggiore consumo di carne e cavolo.

In questo modo, a quanto pare, è possibile perdere peso bilanciando i livelli di zucchero nel sangue. Tuttavia, non posso fare a meno di pensare alle conseguenze che si ripercuoteranno sulla qualità dell'aria in seguito ai problemi intestinali di chi la segue.

Io stesso, individuo medio munito di troppo zucchero nel sangue e di un intestino sensibile, mi sento un paradosso. Così come è giusto classificare paradossale la minestra di cheeseburger.

La versione danese di questa zuppa include, in realtà, tutto ciò che di buono c'è in un burger. Ci potete trovare la carne, il formaggio e il bacon. Insomma, alla fine è un passo verso la direzione giusta, se non fosse per il fatto che, terminati questi sublimi ingredienti, la minestra di cheeseburger made in Denmark precipiti velocemente verso l'inferno culinario. Per quale motivo i miei connazionali hanno dovuto aggiungere brodo di manzo e passato di pomodoro?

E questo porta anche a chiedermi perché mai dobbiamo chiamarla minestra di cheeseburger, quando non ha niente a che fare con i cheeseburger?

L'unica ragione che porta ad associare la minestra di cheeseburger al fast food è che in questa versione, probabilmente, il cavolo, la carne e il formaggio sono più facili da ingoiare. Cari amici fanatici della dieta LCHF o di qualsiasi altro regime alimentare salutistico, sappiate che non ci prendete in giro così. La minestra di cheeseburger è, come un qualsiasi altro spinoff del cheeseburger classico, un cheeseburger vero e proprio. Un po' come un qualsiasi Big Mac-roly-poly, nachos al cheeseburger o Trolliburger.

E ora scusatemi ma vado supermercato a prendere un po' di cavolo, brodo di manzo, crema di formaggio e formaggio grattugiato. Ma che mi caschi in testa un albero se per caso mi metto a preparare una minestra di cheeseburger. Non capiterà mai nella vita.