Quantcast
colazione

La pizza a colazione è più salutare di molti cereali

La classica fetta di pizza il sabato mattina in post sbornia ora ha la scienza dalla sua parte.

Mayukh Sen

Mayukh Sen

Foto via MaxPixel e Pixabay

È sabato mattina e tu, che ti senti uno straccio per colpa dei postumi della sbornia più martellanti di sempre, ti ritrovi a rotolare sopra quella che - oh, aspetta, cos’è? Ma è una fetta di pizza! Ebbene sì, il tuo letto ha ospitato per tutta la notte una fetta di pizza avanzata dalla sera prima. Buongiorno, fetta di pizza!

È ora di alzarsi, piccolo essere umano superstite del dopo sbornia! Quella fetta di pizza non si scalderà di certo da sola. E cosa c’è di meglio di una bella fetta di pizza fumante per il pasto più importante della giornata?

E abbiamo le prove per dirlo. Chiunque faccia parte della minoranza “pizza a colazione” ora può contare sul supporto di una nutrizionista, Chelsey Amer.

Amer, dietista e nutrizionista certificata, ha recentemente rivelato al Daily Meal che “una fetta di pizza standard contiene quasi le stesse calorie di una tazza di latte e cereali, e questo potrebbe stupirvi. La fetta di pizza, però, riserva in sé anche un numero maggiore di proteine, che aiutano a sentirsi sazi e a dare la giusta carica d’energia per affrontare la giornata.”
Allora, sorpresi? Quella della dottoressa Amer è decisamente un’affermazione notevole, e avvalora ancora una volta un’altra grande verità: i cereali sono solo un agglomerato di zuccheri. Secondo Amer una fetta di pizza è talmente ricca di grassi e proteine che, da sola, garantirebbe più carburante e senso di sazietà di una tazza di cereali (che invece è ricca solo di delusioni alimentari zuccherate).

“Con questo non sto sottintendendo che la pizza sia l’opzione più salutare per la colazione,” Amer ha specificato a MUNCHIES durante uno scambio d’e-mail lo scorso mercoledì. “Molti cereali commercializzati appositamente per la colazione contengono, in realtà, la stessa quantità di zuccheri di una barretta di cioccolato.”

Amer tiene anche a sottolineare un’altra cosa: non tutti i cereali sono uguali. Per spiegare meglio cosa intenda, ci ha parlato un po’ della sua lista della spesa. “Cerco confezioni di cereali che contengono meno di 5 [grammi] di zuccheri aggiunti e almeno 5 [grammi] di fibre. E poi è anche importante si tratti solo di cerali al 100%. Trovata la confezione che soddisfa tutti questi criteri, la colazione ideale prevede poi ulteriori fonti di proteine, che potete facilmente assimilare con lo yogurt greco, il latte o anche manciate di noci e semi. Preferibilmente non bisogna far mancare anche le fonti di minerali, che invece potete ritrovare nelle bacche.”

Ok, ma quindi la pizza?

“Io credo che le persone debbano nutrirsi in base alle proprie voglie. Soddisfare il languorino di pizza già la mattina, con una piccola fetta di pizza, aiuta a non spazzolarsi un’intera pizza gigante dopo, durante il resto della giornata.”
L’ha detto eh, e noi l’abbiamo sentita. Quindi trasformate pure la vostra pizza nel perfetto toast mattutino, ergetela a “pizza della colazione.” Per ora il caso pizza v. cereali a colazione è ancora aperto, ma noi siamo fiduciosi.


Quest'articolo è originariamente apparso su Munchies US.