Costruire una casetta di pan di zenzero dell'IKEA è la cosa migliore che puoi fare a Natale

Sì, ancora meglio che ubriacarti dalla Vigilia a Santo Stefano e togliere i canditi dal panettone.

|
dic 7 2018, 9:49am

Tutte le foto dell'autrice

Da bambina non ho mai subito il fascino dell'atmosfera natalizia. Già in prima elementare, per dire, non credevo più a Babbo Natale.

Crescendo, però, le cose si sono complicate e Il Natale si è impossessato di me come Jack Skeletron chiuso nella sua torre. Ho iniziato a fermarmi incantata davanti alle vetrine addobbate, ad ascoltare All I Want For Christmas Is You e soprattutto a desiderare di costruire una casetta di pan di zenzero.

Più precisamente: una casetta di pan di zenzero IKEA.

Diverse cose mi attraevano nella casetta, pubblicizzata insieme ad altri prodotti natalizi a marchio IKEA con il nome attraente di Vintersaga, "Racconto d'Inverno" in svedese. Sicuramente nutro una certa propensione verso l'idea di hygge scandinavo - le lucette, l'odore di cannella, la finestra illuminata da candele mentre fuori nevica (non giudicatemi). In secondo luogo, amo i biscotti. Ma soprattutto pensavo alla facilità di esecuzione: sono molto consapevole dei miei limiti e so che la manualità non è una delle mie doti. Ho sempre saputo, quindi, che non avrei mai potuto costruire una casetta from the scratch - preparando l'impasto, stendendolo, tagliandolo nella forma giusta. Quando ho visto che l'Ikea ora vende, oltre ai biscotti, una baking glue edibile per tenerli insieme e la glassa colorata già pronta, ho deciso che era arrivato il momento che aspettavo da anni, e che trovavo ogni scusa per rimandare temendo il fallimento e l'ignominia: costruire la mia casetta di pan di zenzero.

1541427149526-Cassa-Ikea
Le persone in fila davanti a me hanno saccheggiato il reparto pan di zenzero. Non solo sola
1541427799578-Vintersaga
Sweet dreams are made of this

Insomma, mi sono recata all'Ikea e ho comprato la mia casetta, a cui ho aggiunto la colla e il Decor-Kit (la cui vista mi ha subito fatto esclamare "Sembrano prodotti Cameo... però vintage!", esclamazione a cui è subito seguita una ricerca Google che mi ha rivelato come la Cameo siaa effettivamente parte del gruppo Dr. Oetker. Volevo condividere con voi questa scoperta). Il prezzo, va detto, è più competitivo di quello della libreria Billy: per circa cinque euro comprate tutto.

Ho deciso di costruirla a casa dei miei genitori. Cucina più grande, tavolo più grande, reminiscenze d'infanzia e abbondanza di strumenti di cucina che avrebbero potuto in qualche modo aiutarmi nell'opera.

[Disclaimer: non vi serve nessun altro strumento a parte quelli nella confezione]

1541489167097-Casetta-Ikea-Confezione
Se fossi un'influencer questa foto mi avrebbe centinaia di likes
1541489238203-Casetta-Ikea-Istruzioni
Le istruzioni sono in puro stile Ikea

Diciamo le cose come stanno: costruire la casetta è ridicolmente facile. L'unica parte vagamente complessa è appoggiare il camino sul tetto. Per il resto, bisogna solo avere la pazienza di lasciar asciugare la colla e, soprattutto, quella di decorare, rendendo la casetta un po' più appetibile di qualche fetta marroncina di biscotto.

1541489651495-Casetta-Ikea-Making-Of
Making of

Ammetto però che nel processo sono stata aiutata da mio padre, uomo di comprovata manualità (che ha pensato bene di non trasmettermi nel patrimonio genetico). Mi ha visto armeggiare con biscotti e tubetti (sono perfino riuscita a scambiare quello della glassa bianca con quello della colla, nonostante quest'ultimo portasse la scritta baking glue bene in evidenza) e gli è scattato l'istinto di protezione verso la figlia unica femmina, lo stesso che lo portava ad aspettarmi fuori dalla discoteca a sedici anni.

Questa almeno poteva essere la sua scusante per i primi cinque minuti, dopodiché è stato chiaro che era solo un uomo di quasi sessant'anni che si stava divertendo un sacco a costruire una casetta di pan di zenzero.

1541489820425-Casetta-Ikea-Retro
Non è bellissima?
1541489751540-Casetta-Ikea-Fronte
Sì, è bellissima.

Sapevo dall'inizio che la mia casetta non sarebbe mai stata simile alla fotografia della confezione. Ne ero consapevole. Ma era una di quelle consapevolezze seppellite molto, molto in fondo alla coscienza, un po' come quando compri un reggiseno Intimissimi e pensi che ti starà come all'ennesima modella diciannovenne che lo indossa nel cartellone.

E quindi non ho potuto trattenere un moto di dispiacere mentre strato su strato, colore su colore, decorazione di zucchero su decorazione di zucchero, la casetta appariva sempre più goffa. Dov'era il Racconto d'Inverno che mi avevano promesso? Seppellito dalle linee sghembe della porta, dalla pazienza che mancava nell'allineare i confetti di zucchero sul tetto.

Ho perso la voglia molto prima di quanto avrei creduto mentre mio padre, al contrario, era sempre più entusiasta. "Devo dare un nipotino a quest'uomo, prima o poi" ho pensato. E subito dopo: "Da quant'è che non passavamo insieme un momento del genere, che prendevamo sul serio una cosa che dall'esterno sembra ridicola, futile, infantile, ma che da dentro è solo nostra?". La risposta è stata: da quando avevo undici anni e giocavamo insieme alla Play Station.

1541490148264-Casina-Ikea
E niente, non riesco a smettere di guardarla.
1541490185233-Screenshot-Whatsapp
Questa conversazione è realmente avvenuta

Tre giorni dopo mi ha mandato una foto su Whatsapp: la casetta stava collassando per effetto dell'umidità. Gli ho dato il permesso di farla a pezzi e mangiarla. Non mi ha riferito niente di particolare sul sapore, ma credo che sostanzialmente assomigli a quello dei biscotti di pan di zenzero Ikea, solo un po' più stucchevoli per l'aggiunta della glassa e dalla consistenza umidiccia.

Insomma, non fatevi ingannare dalla pubblicità. Le casette Ikea non sono fatte per durare per sempre e se la volete esporre sul tavolo della cena di Natale è meglio la prepariate qualche ora prima. Il senso di coesione familiare e i ricordi che contribuiscono a creare, però, quelli sì supereranno il periodo natalizio.

E ora tutti ad ascoltare Mariah Carey, su.

Segui Giorgia anche su Instagram.

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram

Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali? Iscriviti alla nostra newsletter settimanali.