In Giappone fa così caldo che il cibo finto nelle vetrine dei ristoranti si sta sciogliendo

Pare che la temperatura all'interno delle teche dei ristoranti giapponesi abbia raggiunto i 60 gradi.

|
ago 9 2018, 6:00am

Foto via Twitter user @sigesan213 

Una mia amica ha volato dalla California settentrionale alla Carolina del Nord sabato sera e, appena atterrata, è rimasta scioccata da una cosa. "Perché c'è così tanto caldo qui?" ha scritto in un messaggio ancora prima di essere fuori dall'aeroporto. "Non avevo così caldo da....neanche mi ricordo da quanto non avevo così caldo. È soffocante, ragazzi". Nella Carolina del Nord fa caldo, tutto lo stato è praticamente un inferno dalla metà di maggio fino alla metà di ottobre, ma il fenomeno dell'afa estiva eccessiva non si limita al Sud degli Stati Uniti in questo momento.

Quanto caldo fa? Fa così caldo che l'Europa sembra andare a fuoco spontaneamente.
Quanto caldo fa? Fa così caldo che un supermercato ad Helsinki ha ospitato un pigiama party solo per far approfittare i partecipanti della magnifica aria condizionata della struttura.
Quando caldo fa? Fa così caldo che il cibo di plastica finto nelle vetrine dei ristoranti giapponesi ha iniziato a sciogliersi.

Stando a Kotaku, i finti latte di tè matcha nella vetrina del locale Oasis 21 a Nagoya hanno iniziato a sciogliersi, e la plastica liquefatta è andata sui bordi delle tazze usate riservate ai clienti, esposte sotto i sample. La temperatura esterna a Nagoya era di circa 40 gradi quel giorno, ma la temperatura interna agli espositori era vicina a 60 gradi. "Questa è la cosa più scioccante del giorno" una persona a twittato "Il cibo finto si sta sciogliendo".

Il cibo finto esposto all'entrata dei ristoranti giapponesi è conosciuto come shokuhin sanpuru, ed esiste da circa 90 anni. Ha due lati positivi: da un lato illustra come appare un pietanza nel piatto, e dall'altro permette ai turisti di indicare il piatto e dire "Quello lì" invece di cercare di decifrare il menu.

Come ha fatto notare il The Guardian, il cibo finto è anche un grande business, specialmente nella città di Gujo Hachiman. Takizo Iwasaki, l'uomo conosciuto per essere il "padre del cibo finto", ha aperto il suo laboratorio nei primi anni '30 e adesso la città è famosa per la sua industria altamente specializzata, che si stima valga 90 milioni di dollari l'anno.

Tornando a Nagoya, il giorno dopo che lo "scioglimento" del tè Matcha ha catturato l'attenzione di tutti - inclusi i quotidiani nazionali - il ristorante se n'è venuto fuori con una soluzione: ruotare i piatti finti di 180 gradi, sperando che il contenuto torni al suo posto.

Geniali!

Questo articolo è apparso originariamente su Munchies US.

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram .


Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali? Iscriviti alla nostra newsletter settimanali.