Quello che ho imparato sul piacere sessuale durante i buffet dei sex party

Dalle baguette rafferme, alla mousse di cioccolato passando per i banali tramezzini uova e maionese, il cibo al buffet la dice lunga sulla qualità del sesso che ti aspetta.

|
lug 11 2018, 8:16am

Foto via Flickr user Revol Web

Le mie esperienze nel mondo del divertimento per adulti mi hanno insegnato essenzialmente due cose: la prima è che chi organizza orge in tutto il mondo è convinto che la ricetta per un sex party con i fiocchi sia un ricco buffet all-you-can-eat gratuito. La seconda è che la qualità del cibo offerto è in genere un buon indicatore dell’esperienza sessuale che seguirà subito dopo.

Mi piace pensare a queste esperienze come alla continuazione di una tradizione millenaria che unisce il sesso al cibo. Un po’ come un rito che va avanti dall’Antica Roma in cui un gruppo di arrapati sconosciuti danza sulle note melodiche dei flauti e si abbandona al piacere in sfarzose stanze di marmo al riparo dagli occhi indiscreti, mentre gli ospiti si abbuffano di maialino e carne di vitello.

La mia prima esperienza di party a base di sesso e cibo è stata al Moon City di Parigi, una sorta di hammam nel quartiere di Pigalle. All’interno ci sono una vasca jacuzzi, un tiki bar, una sauna, un bagno turco e tantissime stanze dei divertimenti. All’ingresso, ognuno riceve un pareo hawaiano, un asciugamano e tre preservativi. Il perimetro della vasca del Moon City è presidiato da un guardiano pronto a indicare il cartello “Niente sesso nella Jacuzzi” ogni volta che uno dei threesome nell’angolo della vasca inizia a farsi troppo movimentato. Nota bene, nella stanza del bagno turco, ci sarà sempre un giovane uomo apparentemente da solo che attende in disparte che qualcuno abbia bisogno di un giocatore in più. Il mio consiglio: cerca di non essere mai la persona più attraente nella stanza, se ti accorgi di esserlo, scappa.

Il buffet del Moon City è un tripudio di cibi francesi piuttosto semplici: ci sono baguette, che verso la fine della serata diventano stoppose e poco soddisfacenti (proprio come i clienti del club), una selezione di Brie e Camembert, ma anche ratatouille e mousse di cioccolato. I cocktail sono una combinazione letale color arancio fluo di succo di frutta, Malibu e zucchero. I drink sono gratuiti e nella formula open bar, ma cercate di bere responsabilmente, pensate ai vostri poveri genitali, al vostro stomaco, alla vostra mente.

Ho capito che la mia vagina e la mia pancia sono inevitabilmente legate e lo saranno sempre. È come fossero una cosa sola, ed entrambe piuttosto schizzinose.


Né io, né il mio partner siamo mai stati sedotti dalla cucina del Moon City, né tantomeno dai suoi clienti. Ogni volta, il formaggio si era già un po’ sciolto e l’olezzo si era mescolato all’odore del cloro e del lubrificante, un mix piuttosto inquietante. Nell’ala dedicata al sesso c’era sempre qualcosa che non andava; una volta il mio compagno ha saltato la fila per una gang bang e le guardie l’hanno cortesemente accompagnato verso il corridoio. In un’altra occasione, per pura gentilezza, ho fatto un pompino di tre secondi nella sala del bagno turco ma non è mai scattato quel qualcosa in più.

Un club più ricercato a Parigi è Les Chandelles, che attira giovani professionisti abbronzati e vecchi uomini bianchi arrapati. È un posto piuttosto selettivo (per farvi capire, ho dovuto cambiare le mie scarpe col tacco, per un paio di tacchi ben più alti e approvati dalla direzione, messi a disposizione al guardaroba.) Qui il buffet propone foie gras e pasta con il tartufo e per i più audaci un menù da tre portate con champagne, a 260 dollari.

In realtà, né io, né il mio partner avevamo intenzione di cenare lì, visto che siamo arrivati alle 2 di notte. Eravamo già pronti a sborsare una cifra esorbitante per l’ingresso ma la signorina in cassa ci chiede solo 40 dollari in due. Pochi istanti più tardi, una giovane e seducente russa mi prende in disparte e mi dice “Attenta, stasera è la serata della doppia penetrazione.” Ecco spiegato il costo ridotto per l’ingresso.

Proprio come il cibo, la clientela di questo club è un po’ troppo ricca per essere davvero piacevole. Le conversazioni sulla finanza e il gossip da quattro soldi sono la cosa più accattivante che succede nella stanza.

Nel Regno Unito, il primo sex club che ho visitato è stato il CJ Townhouse a Glasgow. È uno dei posti preferiti del mio compagno. Appena arrivi, CJ in persona ti mostra tutto il locale. Al piano di sotto, c’è un bar, un paio di stanze con divani, pali da lap dance e il buffet. Al piano di sopra, superata la statua a grandezza naturale della Morte in lingerie rossa, ci sono sette playroom.

Da CJ i party per adulti sono assolutamente inclusivi. È molto più economico di altri sex club e puoi anche portarti gli alcolici da casa, aggiungendo i soft drink a disposizione al bancone. Il buffet è composto da quel tipo di finger food che si trova nei centri sociali scozzesi. L’ultima volta che ci sono stata, c’erano tre tipi di patatine, snack di maiale, vol-au-vent con salsiccia e tramezzini a base di uova sode e maionese (proprio loro!). Il mio ragazzo ne ha mangiati sei di fila, uno spettacolo per niente afrodisiaco.

"Ci sono baguette, che verso la fine della serata diventano stoppose e poco soddisfacenti (proprio come i clienti del club)

Il cibo da CJ è un semplice carburante, proprio come la fornitura di Irn-Bru gratis al bar (un soft drink tipico scozzese). Niente di molto sexy, siamo d’accordo, ma da CJ lo scopo è creare un’atmosfera piacevole dove le persone si possano sentire a proprio agio e abbandonare il ritmo frenetico dei tradizionali club scozzesi per adulti. Il cibo, così come il sesso, al CJ è inappuntabile, anche se un pizzico di pepe in più non guasterebbe.

A prescindere dalla qualità, tutti i buffet nei sex club hanno una cosa in comune: sono il luogo più sicuro del party. Almeno mentre mangi, non puoi mettere in bocca nient’altro… E quando hai bisogno di una pausa dalle conversazioni sconce, non c’è niente di meglio di una buona manciata di patatine.

Nell’esplorare questi paradisi dell’edonismo, ho capito che la mia vagina e la mia pancia sono inevitabilmente legate e lo saranno sempre. È come fossero una cosa sola, ed entrambe piuttosto schizzinose.

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram

Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali? Iscriviti alla nostra newsletter settimanali.


Questo articolo è originariamente apparso su Munchies UK.