È venuto fuori che i glitter per i dolci non sono poi così commestibili

Secondo la Food&Drug statunitense, i glitter che metti sui dolci non sono proprio commestibili, ma neanche tossici.

|
19 dicembre 2018, 11:42am

Foro di Claire Gunn via Getty Images

Ciao ragazzi! Tutto quello che abbiamo consumato quest'anno pare sia spazzatura, e secondo la Food & Drug Administration degli Stati Uniti l'anno sarà coronato dai biscotti che ci mangeremo durante le feste, che a quanto pare devono il loro luccichio a piccoli glitter, non commestibili come si pensava.

La FDA ha rivelato queste informazioni in un video su Youtube, dai colori coerentemente vivaci, che si apre con primi piani persistenti su prodotti da forno, dall'aspetto abbastanza decadente. "Ci sono un sacco di glitter non commestibile su questa torta", si spiega. "Bello eh, ma non da mangiare". Il video continua parlando di come si possa determinare se altri dolci di questo tipo siano sicuri da mangiare, o no. (Sinceramente, dopo gli ultimi 12 mesi, mi mangerei pure qualcosa chiamato "Sorpresa d'Amianto", se mi venisse servito su un tovagliolo da cocktail)

Se sei ancora convinto che mangiare qualcosa che ricorda un concorrente di uno spettacolo trash, la FDA ricorda che i brillantini commestibili e sicuri in cucina in genere hanno la lista d'ingredienti sulla confezione. "Glitter o polveri commestibili includono solitamente zucchero, acacia(gomma arabica), maltodestrina, amido di mais, additivi colorati, approvati per l'uso alimentare, pigmenti perlescenti a base mica e colori a uso commerciale, come il Blu FD&C numero 1", racconta l'agenzia.

E anche se pensate che 'non tossico' equivalga a 'ok posso mangiarlo', non è sempre così, almeno per una vasta gamma di prodotti che possono essere venduti come polveri brillanti, evidenziatori, o altri sinonimi luccicanti. Per essere sicuri, spiega la FDA, il prodotto dovrebbe essere etichettato come 'edibile', non solo non tossico, oltre ad avere un elenco ingredienti. Nonostante gli avvertimenti, l'agenzia non chiarisce bene cosa potrebbe succedere se si mangiassero glitter non commestibili. (MUNCHIES ha contattato la FDA per un commento ma non ha ancora ricevuto una risposta.)

Settimana scorsa, la catena di supermercati britannica Waitrose ha annunciato che i suoi prodotti a tema natalizio, tra cui cartoline, carta regalo, biglietti regalo, fiori e piante, saranno totalmente privi di glitter, quantomeno a partire dal 2020. Waitrose non sta dicendo che i suoi clienti stanno mangiando merda (ma rimane decisamente nella categoria immangiabile), ma sta cercando di ridurre ulteriormente l'utilizzo di carbonio. Secondo il The Guardian, la maggior parte di questi glitter decorativi sono costituiti da una sorta di microplastica che può essere terribile per l'ambiente, oltre a risultare nocivo per uomini e animali.

"Ridurre l'impatto della plastica sull'ambiente è un problema importante per i nostri clienti", ha detto Tor Harris, a capo della responsabilità sociale, salute e agricoltura di Waitrose. "Intanto è importante eliminare l'uso del glitter, poi troveremo altri modi per assicurarci che i nostri prodotti brillino a Natale e per tutto l'anno."

Sì, sono sicuro di non voler più i biscotti a forma d'unicorno. Punto.

Questo articolo è apparso originariamente su Munchies US.

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram

Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali? Iscriviti alla nostra newsletter settimanali.