Foto di Paola Buzzini

Quali sono i prodotti italiani più amati dagli americani secondo questa azienda

Il pesto, che mettono soprattutto sui tacos, e il torrone, spezzafame tutto l'anno. Questa start-up newyorchese ci ha svelato cose stupefacenti sull'uso dei prodotti italiani in USA.

|
03 gennaio 2018, 6:30am

Foto di Paola Buzzini

Quando sono a New York mi butto su qualunque cosa: sushi burrito, i miei adorati pancakes di Rose Bakery, curry giapponese e glam bowl vegane. Non mangio quasi mai piatti italiani, ma se avessi un attacco di nostalgia di una una buona pasta fatta in casa non sarebbe difficile procurarsi tutto l’occorrente.

Nella Mela ormai é davvero facile reperire i prodotti necessari: Eataly ha conquistato tutta la città e i ristoranti italiani validi sono ovunque, per esempio la famiglia Bastianich non smette di aprire pizzerie, trattorie ed enoteche, e adesso c'è anche Sola Pasta Bar.
Gli americani ci adorano, comprano qualsiasi ingrediente proveniente dalla nostra terra, dimostrano enorme fiducia nei confronti dei piccoli produttori e si eccitano ancora di più se non sanno pronunciare il nome dell'alimento: "burrata" e "gnocchi" i più gettonati.

Ma quali sono i cibi italiani più mangiati dai newyorchesi, quelli che non ti aspetti, e soprattutto come fare a scoprirlo in modo più o meno oggettivo?

55 Broad East, New York. Mi rivolgo a Nicholas Figoli, founder di Eattiamo, start up che porta i piccoli produttori italiani in Usa.

Foto per gentile concessione di Eattiamo

L'idea é semplice e allo stesso tempo molto forte: raccogliere artigiani del cibo, che lavorano con altissimi standard di qualità, che hanno grande potenziale di crescita, e portarle nelle case di NY. Ad oggi sono 80 le aziende che fanno parte della famiglia Eattiamo; la chiamo famiglia perché il team conosce personalmente ogni singolo artigiano e non ci sono altri intermediari tra produttore e consumatore. La selezione viene fatta da giovani gastronomi dell'Accademia di Pollenzo in grado di scovare realtà

“Inizialmente - mi spiega Nicholas - la box conteneva gli ingredienti per preparare una cena, ma si sa che qui nessuno ha tempo e l'abitudine di cucinare. Così abbiamo aggiustato il tiro e abbiamo individuato i must have, da avere sempre in casa: olio extravergine, caffè, miele, vino, aceto balsamico, cioccolato, marmellate e ovviamente pasta e riso”.

"Cerchiamo sempre di educare gli americani al rito della cucina stimolandoli con video ricette.e consigli."

Ma quando chiedo a Nicholas quali sono i prodotti più richiesti rimango sorpresa a metà: Pesto e Torrone! Il primo viene usato tantissimo con i tacos e il secondo viene mangiato come dolcetto spezza fame tutto l'anno, non come da noi solo nel periodo natalizio.

Non dimentichiamo l'amore per le salse, soprattutto di pomodoro a pezzi. Qui la salsa di pomodoro viene messa ovunque, spesso e volentieri a caso, ma eccezionalmente la creatività ha la meglio, per esempio all'interno di un bagel (nuovo trend a New York).

Foto di Paola Buzzini


Anche l'olio evo inizia ad essere davvero apprezzato, in alcuni casi viene “bevuto”, ne utilizzano sempre di più soprattutto come base per tutti i dressing.

Cento famiglie a New York ricevono la box tutti i mesi anche se molti acquistano i singoli prodotti direttamente dal sito o provano i set speciali. Il mese di Novembre, ad esempio, era dedicato al caffè: si rivive un’autentica esperienza italiana grazie alla caffettiera Bialetti e alla tazzina realizzata come special gift per i clienti.

Anche gli italiani ovviamente possono acquistare da Eattiamo: sul sito si può ordinare e ricevere tutto in pochi giorni, dato che le box vengono preparate con cura in Italia e solo dopo spedite negli Stati Uniti.

Che sia la fine degli spaghetti alla bolognese? E i prodotti Italian fake sono destinati a scomparire anche in USA?

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram
Segui Paola Buzzini (@soup_opera) su Facebook e Instagram